Quarto Rotolo del successo

IO sono il più grande miracolo della natura.
Fin dall'inizio dei tempi, non c'è mai stato un altro con la mia mente, il mio cuore, i miei occhi, le mie orecchi, le mie labbra.
Nessun uomo prima di me o contemporaneo a me, nessuno mai in futuro potrà camminare e parlare e muoversi e pensare esattamente come me.
Tutti gli uomini sono miei fratelli eppure io sono diverso da ciascuno di loro.
Io sono una creatura unica.


Io sono il più grande miracolo della natura.



Sebbene io appartenga al regno animale, quello che soddisfa gli anomali a me non basta.
In me brucia una fiamma che è passata attraverso infinite generazioni e il cui fuoco stimola costantemente il mio spirito a diventare migliore di quello che sono.
E lo sarò.
Alimenterò il fuoco dell'insoddisfazione e proclamerò al mondo la mia unicità.


Nessuno può copiare la mia pennellata,
nessuno può fare i miei stessi segni col bulino, nessuno può imitare la mia calligrafia, nessun altro può generare mio figlio, e in verità, nessuno ha la mia stessa abilità nel vendere.
D'ora innanzi capitalizzerò su questa differenza, poiché è una risorsa degna di essere sfruttata al massimo.


Io sono il più grande miracolo della natura.


Non farò mai più vani tentativi di imitare gli altri.
Metterò, invece, la mia unicità in mostra sulla piazza del mercato.
La proclamerò, si, la venderò.
Comincerò a mettere in evidenza le mie diversità; a nascondere le mie somiglianze.
E applicherò lo stesso principio alle merci che vendo.
Venditore e merci, differenti da tutti gli altri, e orgoglioso della differenza.


Io sono unico tra le creazioni della natura.


Sono raro, ed ogni rarità ha valore; perciò io sono prezioso.
Sono il prodotto finale di un'evoluzione durata migliaia di anni; quindi, rispetto a tutti gli imperatori e i saggi che mi hanno preceduto, sono ancor meglio dotato sia nella mente che nel corpo.
Ma i miei talenti, la mia mente, il mio cuore e il mio corpo ristagneranno, si corromperanno e moriranno se non ne farò un buon uso.
Posseggo un potenziale illimitato.
Impiego solo una piccola parte del cervello; faccio agire solo un'insignificante porzione dei miei muscoli.
Cento e più volte posso aumentare i successi di ieri, e questo lo farò a cominciare da oggi.
Non sarò mai soddisfatto delle realizzazioni di ieri e non indulgerò più nell'autocompiacimento per azioni in realtà troppo insignificanti per tenerne conto.
Posso ottenere molto più di quello che ho, e sarà così; perché dovrebbe finire con la mia nascita il miracolo che mi ha dato origine?
Perché non posso prolungare questo miracolo alle mie azioni di oggi?


Io sono il più grande miracolo della natura.


Io non sono su questa terra per caso.
Sono quaggiù per uno scopo.
E questo scopo è elevarmi come una montagna, non ridurmi ad un granello di sabbia.
D'ora in avanti dedicherò tutti i miei sforzi a far di me la montagna più alta di tutte, e tenderò il mio potenziale all'estremo, finché non invocherò pietà.
Voglio approfondire la mia conoscenza dell'umanità, di me stesso e delle merci che vendo, così che le mie vendite verranno moltiplicate.
Proverò e migliorerò, e cesellerò le parole che uso per vendere le mie mercanzie, poiché sono le basi su cui edificherò la mia carriera, e mai dimenticherò che molti hanno conquistato grandi ricchezze e il successo con un solo discorso di vendita magistralmente espresso.
Inoltre, cercherò costantemente di migliorare i miei modi il mio garbo, perché questo è il miele dal quale tutti sono attirati.


Io sono il più grande miracolo della natura.


Concentrerò le mie energie sulla sfida del momento, e le mie azioni mi aiuteranno a dimenticare tutto il resto.
Lascerò a casa i problemi di casa.
Sulla piazza del mercato non penserò assolutamente alla mia famiglia, poiché questo offuscherebbe i miei pensieri.
Viceversa lascerò sulla piazza del mercato i problemi del commercio e non penserò affatto al lavoro quando sarò a casa, poiché questo smorzerebbe il mio amore.
Non c'é posto per la mia famiglia sulla piazza del mercato, e in casa mia non c'é posto per il mercato.
Separerò l'uno dall'altro, e così rimarrò unito ad entrambi.
Devono rimanere separati, o la mia carriera fallirà.
Questo è il paradosso insegnato da secoli di esperienza.


Io sono il più grande miracolo della natura.


Mi sono stati dati occhi per vedere e una mente per pensare ed ora io conosco un grande segreto della vita, poiché finalmente mi rendo conto che tutti i miei  problemi, scoraggiamenti e angosce sono in realtà grandi opportunità nascoste.
Non sarò più ingannato dai travestimenti che indossano, poiché i miei occhi ora sono aperti.
Saprò guardare oltre le apparenze e non sarò tratto in inganno.


Io sono il più grande miracolo della natura.


Nessun animale o pianta, né il vento, né la pioggia, né la roccia, né il lago ebbero il mio medesimo inizio, poiché io venni concepito con amore e cresciuto per uno scopo.
In passato non ho considerato questo fatto, ma esso d'ora innanzi darà forma e guida alla mia vita.


Io son il più grande miracolo della natura.


E la natura non conosce sconfitta.
Alla fine è sempre vittoriosa, e così sarà anche per me, e ad ogni vittoria la lotta successiva diverrà meno dura.
Vincerò, e diventerò un grande venditore, poiché io sono unico.


Io sono il più grande miracolo della natura.


Og Mandino

Esprimendosi.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...