Poesie di Hermann Hesse, Mattino

Più non mi attirano le notti d'amore
e neppure il calice colmo di vino.
Di colpo e senza preavviso
del giorno mi ha svegliato la ferocia.

Le fiaccole rosse si sono spente,
il mattino mi guarda in volto
e il paese mio consueto
non è più la mia casa.

Ciò che le persone dicono sembra ora
provenire da città sommerse;
quello che fanno e sono là sotto
non è più il mio mondo.

Tra sordo dolore e profusione di gioia
la mia volontà si erge fredda e pura.
Quel che ieri era gioco, afflato informe,
oggi è legge, cristallo, norma.

Hermann Hesse
Esprimendosi.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...