William Shakespeare, Il sogno di una notte di mezz'estate, I,1

BREVIARIO D'AMORE
I DONI
EGEO Tu, proprio tu, Lisandro, al lume di luna, sotto la sua finestra, e con voce in falsetto, hai cantato a Ermia strofe di falsa passione e sei riuscito, di furto, a far imprimere nell'amorosa fantasia di lei la tua immagine per mezzo di braccialetti intrecciati dei tuoi capelli e gingilli e belle parole e concettuzzi ornati e ingannatori, ninnoli, mazzolini di fiori e chicche - che sono tutti messaggeri di grande efficacia persuasiva per le giovani inesperte!

Shakespeare
Esprimendosi.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...