Breve biografia di Pitagora


Pitagora nacque nell'isola di Samo intorno a 570 a.C.
Secondo la tradizione, dopo aver studiato da filosofo in patria, avrebbe visitato Creta, l'Egitto e la Persia, dove avrebbe appreso le scienze matematiche. Di certo si sa che intorno al 530 a.C. si stabilì a Crotone dove fondò una scuola o meglio una setta filosofico-politica di carattere religioso e iniziatico. La setta, che sosteneva la trasmigrazione delle anime e influenzò non poco la cultura antica, era di orientamento conservatore e fu duramente perseguitata dai giovani democratici. I suoi seguaci, a un certo punto , furono costretti a riparare in Grecia e lo stesso Pitagora dovette lasciare Crotone per rifugiarsi a Metaponto, dove morì intorno al 490 a.C.
Filosofo, matematico e scienziato, Pitagora, al centro della sua riflessione filosofica, oltre ai numeri, attraverso i quali riteneva di spiegare la struttura armonica dell'universo, pone la concezione del cosmo, come sostanza divina, un cui frammento è l'anima umana. Compito della filosofia è, appunto, quello di favorire la purificazione dell'anima che, alla fine delle sue trasmigrazioni da un "carcere" corporeo all'altro, si ricongiunge con l'ordine cosmico. Per le particolari caratteristiche del suo insegnamento, in gran parte rivolto a pochi iniziati, Pitagora non scrisse nulla e i testi a lui attribuiti sono compilazioni tarde  nate dalla scuola pitagorica.
Frutto dell'elaborazione di qualche discepolo sono oggi ritenuti anche i Versi aurei, la raccolta di massime e di consigli di argomento etico che la tradizione ha per secoli attribuito allo stesso Pitagora.
Di fatto, però, queste massime, anche se sono state compilate solo intorno al I secolo a.C., risultano fedeli interpreti della morale del grande maestro.

Di seguito alcune sue frasi sagge:


Non prendere in oio un amico per un piccolo torto.

Impara a dominare il ventre, il sonno, il sesso e l'ira.

Non fare alcunché di turpe, né in pubblico né da solo: più che degli altri abbi vergogna di te stesso.

Pensa sempre che comune destino, per tutti, è morire.

Le ricchezze ama sia acquistarle sia perderle.

Dei dolori che toccano in sorte agli uomini, sopporta la tua parte con pazienza.
Esprimendosi.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...