Il libertino

Hermann Hesse

Rosso fiorisce il fiore del piacere
rosa sorride la gemma del tuo seno,
rabbrividisce tremante sotto la mia lingua.
Un tempo ero un ragazzino a modo,
studiavo greco e andavo a catechismo.
Figlio promettente di un padre devoto,
non ho mantenuto molto
di ciò che promettevo.
Me ne sono andato dal vostro giardino
e ora vago, smarrito, per l'oscura selva,
perseguitato e tormentato da quell'idea di giovinezza
che mi affanno a cancellare e lentamente a uccidere.
Forse la ucciderò, ragazza, nella tua anima,
forse ancor prima che si spenga quest'ora di piacere
stringerò le mani intorno alla tua gola sussultante.
Oh, come fiorisce cupo il sorriso sulle tue labbra!
Baciami! Mordimi! E un'ora dopo
sarà forse tutto finito, compiuto,
l'immagine spenta, la fastidiosa pagina voltata,
il sangue fiorisce nel letto, la polizia cerca il colpevole.

Fiorisce un fiore sul tuo seno!
Non è bene amare persone come me.
Poverina, che t'è toccato amarmi,
ora la paghiamo, piccolo crepacuore,
ora la paghiamo entrambi
con il nostro sangue.

(1926)
Esprimendosi.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...