William Shakespeare, Sonetti 77

Lo specchio ti dirà come si consumi la bellezza,
la meridiana come l'ora preziosa passi,
le pagine bianche attendono l'impronta della tua mente;
e di questo libro sia questo il monito:
Le rughe che lo specchio sincero ti esibisce
ti faranno ricordare spalancate tombe;
il procedere furtivo dell'ombra sulla meridiana,
che il tempo scivola verso l'eternità.
Quel che la tua memoria non può serbare
riversalo su questi bianchi fogli, e troverai
che i pensieri, frutto del tuo ingegno,
ti apriranno ancor più la mente.
Questo il messaggio, tutte le volte che vorrai;
e ti sarà proficuo, e di molto arricchirà il tuo libro.

William Shakespeare, Sonnets 77

Thy glass will show thee how thy beauties wear,
Thy dial how thy precious minutes waste;
The vacant leaves thy mind's imprint will bear,
And of this look this learning mayst thou taste:
The wrinkles which thy glass will truly show
Of mouthèd graves will give thee memory;
Thoy by thy dial's shady stealth mayst know
Time's thievish progress to eternity.
Look, what thy memory cannot contain
Commit to these waste blanks, and thou shalt find
Those children nursed, delivered from thy brain,
To take a new acquaintance of thy mind.
These offices, so oft as thou wilt look,
Shall profit thee and much enrich thy book.

Shakespeare
Esprimendosi.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...