Francesco Petrarca, Rime 34

Apollo, s'ancor vive il bel desio
che t'infiammava a le tesaliche onde,
e se non hai l'amate chiome bionde
volgendo gli anni già poste in oblio,
dal pigro gielo e dal tempo aspro e rio,
che dura quanto 'l tuo viso s'asconde,
difendi or l'onorata e sacra fronde,
ove tu prima, e poi fu' invescato io;
e per vertù de l'amorosa speme,
che ti sostenne ne la vita acerba,
di queste impressïon l'aere disgombra:
si vedrem poi per meraviglia insieme
seder la donna nostra sopra l'erba,
e far de le sue braccia a se stessa ombra.

Francesco Petrarca
Esprimendosi.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...