Edgar Allan Poe, A Louise Olivia Hunter

Per quanto mi volga, non fuggo -
non so distaccarmi;
vorrei tentare, ma non tento
di liberare il mio cuore.
E le mie speranze ormai son morte
intanto che, nei sogni fidando,
ancora resto allettato.

Così il guizzante serpe che si torce
sotto l'albero nel bosco
travolge l'uccello mentre suadente
l'induce a scendere di un poco;
simile a quell'uccello è l'amante,
che intorno al suo fato volteggia
finché il colpo è inferto
ed egli cade - com'io cado.

Edgar Allan Poe


“To Miss Louise Olivia Hunter"

Though I turn, I fly not -
I cannot depart;
I would try, but try not
To release my heart.
And my hopes are dying
While, on dreams relying.
I am spelled by art.

Thus, the bright snake coiling
'Neath the forest tree
Wins the bird, beguiling
To come down and see:
Like that bird the lover
Round his fate will hover
Till the blow is over
And he sinks - like me.

(February 14, 1847)


Esprimendosi.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...