Emily Dickinson [812]

La luce in primavera
non ha uguale nell'anno,
in un'altra stagione.
All'arrivo di marzo
sui campi solitari
si diffonde un colore
sconosciuto alla scienza,
che l'anima sa cogliere.

Si sofferma sul prato,
mostra il remoto albero
sul remoto pendio,
sembra quasi parlarti.

Vanno via gli orizzonti,
danno annunci i meriggi
senza formula sonora
lei passa e noi restiamo.

Quasi un senso di perdita
macchia la nostra gioia,
come un vile commercio
viola un sacramento.

Emily Dickinson
Esprimendosi.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...